BENVENUTO IN PORTOGALLO!

Milano, 17 maggio 2021- Ad oggi, il Portogallo può accogliere i turisti che
provengono dai paesi che fanno parte dell’UE, dai paesi associati all’Area
Schengen (Liechtenstein, Norvegia, Islanda e Svizzera) e dal Regno Unito,
paesi con un tasso di incidenza inferiore a 500 casi per 100.000 abitanti
negli ultimi 14 giorni. I visitatori di questi paesi non vengono messi in
quarantena, tenendo conto della situazione di controllo della pandemia in
Portogallo e nei pasei di origine.
Queste misure sono soggette a revisione a seconda dell’evoluzione della
situazione epidemiologica nei paesi di origine e in Portogallo. Le compagnie
aeree
permetteranno l’imbarco solo ai passeggeri con destinazione o scalo
in Portogallo continentale, previa la la presentazione, al momento della
partenza, del certificato di un test molecolare mediante RT-PCR per lo
screening dell’infezione da SARS-CoV-2 con risultato negativo, eseguito
entro 72 ore prima dell’orario di partenza (i bambini sotto i 2 anni sono
esenti). In Portogallo, nessun altro test o quarantena sarà richiesta per i
passeggeri provenienti da questi paesi.
Per gli arrivi negli aeroporti delle Azzorre e di Madeira il test molecolare
potrà essere fatto all’arrivo, a titolo gratuito, e il passeggero dovrà
attendere in isolamento presso l’alloggio che ha prenotato il risultato del
test di cui sopra (tra 4 e 24 ore dalla consegna del test). Sono esenti i
bambini fino a 11 anni all’arrivo a Madeira e fino a 12 anni all’arrivo alle
Azzorre. Inoltre, per coloro che atterrano negli aeroporti di Madeira e Porto
Santo, si applicano le regole del “corridoio verde” ed è possibile presentare
un certificato di vaccinazione o un certificato di guarizione da Covid-19.
Per la sicurezza di tutti rimangono valide alcune regole, come la necessità di
indossare una mascherina, il divieto di consumo di alcol negli spazi pubblici
(eccetto ristoranti e terrazze) le restrizioni dell´orario di chiusura
(soprattutto per i centri commerciali) e della capacità di accoglienza
(ristoranti e altri spazi chiusi).
Ricordiamo che l´Ente Turismo de Portugal ha creato il marchio Clean &
Safe, che ha già formato più di 23.000 persone e è stato concesso a 21.700
esercizi, con l’obiettivo di supportare le aziende nell’individuazione delle
misure da adottare per contenere la pandemia COVID-19 e anche rafforzare la fiducia nel Portogallo come destinazione turistica.

L’iniziativa copre l’intero settore, dalle strutture ricettive alle aziende di animazione turistica, ristoranti, agenzie di viaggio e turismo, società di organizzazione di eventi, spa, noleggio auto, uffici del turismo, campi da golf, musei, palazzi, monumenti
e siti archeologici, biblioteche, centri Ciência Viva, luoghi di intrattenimento, casinò e bingo, palazzi, monumenti e siti, aree di servizio per camper e aeroporti.

TURISMO DE PORTUGAL
Visitportugal è il sito ufficiale di promozione turistica del Portogallo creato da Turismo de Portugal, I.P., l’ente turistico nazionale. Integrato nel Ministero dell’Economia, Turismo de Portugal, I.P., è l’ente preposto alla promozione, valorizzazione e sostenibilità dell’attività turistica, e riunisce in un’entità unica tutte le competenze istituzionali relative alla promozione del turismo, dall’offerta alla domanda.
Turismo de Portugal si avvale di una rete di uffici che coprono 25 paesi di prioritaria importanza per la promozione turistica
internazionale.
Per informazioni:
https://www.visitportugal.com/it

Ufficio Turistico del Portogallo
Via Paolo da Connobbio, 8 – 20122 Milano
Marcelo Rebanda – marcelo.rebanda@turismodeportugal.pt

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

diciotto + 6 =