Il 2019 segna i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci nel Clos Lucé di Amboise, e i castelli della Loira lo festeggiano portando le ricchezze culturali e del patrimonio come fondamento dell’identità e dell’attrattività del territorio.

Il 2019 segna anche il 500° anniversario della nascita di Caterina de’ Medici a Firenze, e dell’inizio della costruzione del castello di Chambord. Giardino della Francia dalla fine del Medioevo agli inizi del XVII secolo, la Valle della Loira, le sue città e i suoi castelli costituiscono il principale luogo di residenza dei re di Francia.

Castello di Amboise - Valle della Loira #VivaLeonardo2019 #RenaissanceS
Amboise-vu-de-la-loire-©2018-Joël-Klinger-FSL

La regione ha infatti beneficiato nel corso dei secoli delle migliori menti creative nella storia dell’arte e delle scienze, di intellettuali e umanisti illuminati, soprattutto durante il Rinascimento.

500-anni-di-Leonardo-da-Vinci-nella-Loira
500-anni-di-Leonardo-da-Vinci-nella-Loira

Questa eredità prestigiosa, nel cuore di una regione cullata da paesaggi classificati Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’Unesco, ha goduto di uno sviluppo senza precedenti e si è arricchita, a quel tempo, di nuove costruzioni di cui rimangono oggi numerose testimonianze: Chambord, Azay le Rideau, Valençay, Chenonceau, l’Ala Francesco I del Castello Reale di Blois, il Clos Lucé.

La regione Centro-Valle della Loira

La regione Centro-Valle della Loira, straordinaria culla delle arti e dell’architettura del Rinascimento in Francia, ambisce, in un dialogo fra storia e futuro, proiettare nel mondo contemporaneo l’effervescenza e l’arte di vivere rinascimentali.

Le attuali celebrazioni storiche costituiscono un’opportunità unica nella storia della nostra regione per mobilitare tutte le energie e tutti i territori sui grandi temi del Rinascimento: patrimonio, arti e lettere, musica, scienza e rivoluzioni tecnologiche, architettura, artigianato, gastronomia e in senso più ampio l’arte di vivere. Artisti, architetti, ricercatori, filosofi, designer, umanisti.

La regione Centro-Valle della Loira è stata scelta come la destinazione Francia del 2019. Il « Tour Leonardo Da Vinci » farà tappa in 11 Paesi di ben tre continenti fra fine settembre 2018 e fine gennaio 2019 per far risplendere 500 anni di Rinascimento nel Centro-Valle della Loira attraverso il mondo.

Per la sua storia politica, culturale e del patrimonio così ricca, la regione Centro-Valle della Loira è così per la Francia la culla del Rinascimento.

Questo movimento intellettuale e artistico nato nell’Italia del Quattrocento, arriva in Francia, e più particolarmente nella regione Centro-Valle della Loira, grazie a Carlo VIII e Francesco I.

Per volontà di questi sovrani, artigiani, paesaggisti, architetti, artisti, tutti Italiani, trasformano le città e le campagne della Valle della Loira attraverso la costruzione di castelli, chiese, edifici pubblici, manieri, case a graticcio, grandiosi palazzi privati.

Così il Rinascimento, nuova arte di vivere e nuova arte di costruire, vede il territorio dell’attuale regione Centro-Valle della Loira godere di uno sviluppo senza precedenti e arricchirsi di castelli che costituiscono ancora oggi un motivo di orgoglio per la Francia.

Francesco I al capezzale di Leonardo da Vinci lo tiene tra le sue braccia
Francesco I al capezzale di Leonardo da Vinci lo tiene tra le sue braccia- Tableau Ménageot detail 2© L. De Serres

Edifici che dobbiamo in particolare a uomini come Leonardo da Vinci e Benvenuto Cellini. Epicentro della vita politica da Carlo VII (1422-1461) a Enrico II (1547-1559) con apogeo sotto il regno di Francesco I, l’attuale regione Centro-Valle della Loira è anche un centro culturale dove si sviluppano umanesimo e riforma.

L’università di Orléans ha accolto Calvino, Erasmo, Guillaume Budé (all’origine del Collège de France), François Rabelais e più tardi Théodore de Bèze. All’Università di Bourges il giurista milanese Andrea Alciati rivoluziona l’insegnamento e la pratica del diritto. 

500 anni festeggiamenti di Leonardo da Vinci nella Loira
Parc-Leonardo-da-Vinci-la-Joconde-Toiles-géantes-©-Château-du-Clos-Lucé

Un’avanguardia nell’architettura, nella cultura e nella scienza che continua nel corso dei secoli. Una volontà di incarnare il movimento che si ritrova ancora oggi nel dinamismo e nella creatività contemporanea della Regione e nel desiderio di innovazioni che si declina in tutti i settori di un Rinascimento infinito.

Di qui anche la novità tecnologica di far rivivere l’atmosfera rinascimentale dei Castelli attraverso la realtà aumentata con un tablet (Histopad) distribuito a tutti i visitatori dei Castelli.

Oltre 500 eventi per festeggiare Leonardo da Vinci e il rinascimento nella Loira

Su tutto il territorio saranno proposti eventi imperdibili e popolari, che coniugano epoche, mondi, idee e forme artistiche, mostre, spettacoli, convegni scientifici internazionali, visite e itinerari del patrimonio, creazioni di opere, strumenti e laboratori di mediazione, proposte digitali …

ESPOSIZIONE

Dal 2 maggio al 31 agosto 2019, Castello Reale d’Amboise
1519, MORTE DI LEONARDO DA VINCI: LA COSTRUZIONE DI UN MITO
In occasione del 500° anniversario del soggiorno di Leonardo da Vinci ad Amboise, il castello reale ospiterà una mostra sul tema della morte di Leonardo ed esporrà in particolare a partire dal 2 maggio 2019 il dipinto di François-Guillaume Ménageot
« La morte di Leonardo da Vinci », del 1781. In collaborazione con la BnF e la Fondazione Saint-Louis.

CONVEGNO

Giugno 2019, Tours – Amboise – Chambord
Leonardo da Vinci, creazione e innovazione 62° Convegno internazionale di studi umanistici del “Centre études superieures de la Renaissance”.
Il 62° Convegno internazionale di Studi Umanistici del « Centre d’Études Supérieures de la Renaissance » di Tours sarà dedicato nel 2019 a Leonardo da Vinci.

Un evento che riunirà i più grandi specialisti internazionali e proporrà di affrontare tutte le sfaccettature dell’opera di Leonardo sotto l’ottica dell’invenzione e dell’innovazione: meccanica, medicina,  rchitettura, biomimetismo, ecc. Una parte del convegno si svolgerà nei luoghi segnati dalla figura di Leonardo da Vinci: il Castello del Clos Lucé ad Amboise e il castello di Chambord.

EXPOSITION INTERNATIONALE

Dal 6 giugno al 15 settembre 2019 Castello del Clos Lucé – Amboise Parco Leonardo da Vinci
L’arazzo dell’ultima cena di Leonardo da Vinci, un capolavoro in seta e argento per Francesco I
In occasione della celebrazione del cinquecentenario della morte di Leonardo da Vinci al Castello del Clos Lucé il 2 maggio 1519, l’arazzo dell’Ultima Cena, copia del celebre affresco di Leonardo da Vinci, sarà presentato per la prima volta al di fuori dei Musei Vaticani e dell’Italia.

Questo capolavoro fu tessuto per Luisa di Savoia e suo figlio, Francesco d’Angoulême, il futuro re Francesco I°, prima del 1514. Nel 1533, Francesco I° offre l’arazzo al Papa Clemente VII come dono per il matrimonio tra suo figlio Enrico II e
la nipote del Papa, Caterina de’ Medici.
La mostra si articolerà su differenti temi e presenterà una trentina di prestiti provenienti da musei internazionali e dalla collezione privata del Castello del Clos Lucé.

Jardin d'Orient . Château d'Amboise
Jardin d’Orient . Château d’Amboise
SPETTACOLO

Luglio / agosto 2019, Castello d’Azay-le-Rideau
SPETTACOLO NOTTURNO DI SUONI E LUCI
Nell’ambito del parco paesaggistico del XIX secolo, vero scrigno di verde del monumento, questo spettacolo di suoni e luci permetterà al pubblico di vivere un’esperienza di visita eccezionale dal carattere onirico molto intenso. Il castello, per la sua architettura delicata
e slanciata e la sua posizione – un castello adagiato sull’acqua – invita al sogno e  all’immaginario.
Lo spettacolo di suoni e luci avrà per tema lo spirito dell’invenzione e della scoperta e la sua portata universale. Affronterà le grandi tematiche legate al Rinascimento come le grandi scoperte (geografia, astronomia, stampa, scienza e tecnica…), l’Umanesimo, il rinnovamento dell’arte ispirato all’Antichità e arrivato dall’Italia.

ESPOSIZIONE

Dal febbraio al dicembre 2019, Saint-Pierre-le-Puellier – Orléans
ATTORNO ALLA VITE DI LEONARDO DA VINCI RICOSTRUITA
La costruzione della macchina volante « La Vite », anticipazione dell’elicottero, in collegamento con il mondo professionale e universitario, sarà un simbolo forte per il 2019, promuovendo la cultura scientifica, tecnica e i savoir-faire regionali. Attorno a
questo progetto monumentale si crea una rete di legami universitari, professionali, turistici e umani tra la Francia e l’Italia, e più specificatamente con la Toscana, luogo di nascita di Leonardo da Vinci.

Questa macchina volante sarà la più grande al mondo: diametro 5,50 m – altezza 3,50 m – per un peso di 400 kg. Dopo essere messa in rotazione, potrà salire,
grazie a sistemi di motorizzazione e all’elettronica installati a bordo, fino a 7 m di altezza. Una mostra itinerante internazionale verrà inaugurata nel Centro – Valle della
Loira a marzo-aprile 2019 con le due macchine volanti, L’Ornitottero e La Vite, sul tema « Leonardo da Vinci e i robot ». La mostra si interrogherà sul nostro futuro, tentando di anticipare e prevedere i grandi cambiamenti in modo ludico e didattico.

ESPOSIZIONE

Maggio / settembre 2019, Domaine nazionale di Chambord
CONCORSO INTERNAZIONALE D’ARCHITETTURA « L’UTOPIA ALL’OPERA »
Nell’ambito del 500° anniversario dell’inizio della costruzione del castello, il Domaine nazionale di Chambord organizza la mostra Chambord 1519-2019: dall’utopia all’opera, che unirà in un percorso inedito il passato e il futuro del sito. Infatti, l’ambizione della mostra è presentare Chambord in tutte le epoche, nell’ottica dell’utopia.
Le aspettative e le speranze del Rinascimento, il ruolo di Leonardo da Vinci nella concezione del castello saranno messi a confronto con disegni, dipinti, modellini, oggetti e strumenti digitali.

A questa dimensione retrospettiva si aggiunge un aspetto inedito: una ventina di laboratori d’architettura delle maggiori università internazionali avranno piena libertà
di trasformare virtualmente Chambord, affinchè il castello diventi un’utopia architettonica
del XXI° secolo.

ESPOSIZIONE

Dal 18 maggio al 1° settembre 2019, Castello Reale di Blois
I BAMBINI NEL RINASCIMENTO CONVEGNO EUROPEO « CATERINA DE’ MÉDICI » La regina Caterina, nata il 15 aprile 1519, soggiorna frequentemente e a lungo a Blois, nel castello che segna con la sua presenza e dove muore il 5 gennaio 1589. Fra il 1544 e il 1556 la sovrana dà alla luce dieci figli di cui sette arrivano all’età adulta e tre regneranno sulla Francia. Ed è in parte proprio al castello di Blois che crescono i principini e non solo i
figli di Caterina, ma anche quelli di Anna di Bretagna e Claudia di Francia, altre due regine che vivono e muoiono a Blois. Per questo il Castello reale di Blois ha scelto il tema  dell’infanzia nel Rinascimento per celebrare il 500° anniversario. Al di là della  rappresentazione dei figli dei re, la mostra affronterà i temi della gravidanza e del parto, insieme a quelli dell’educazione e del gioco. Il catalogo che accompagnerà la mostra potrà approfondire i soggetti legati alla nascita e all’infanzia dei principi, come il dovere di essere madri delle principesse, i problema della sterilità delle regine, il personale e il cerimoniale
di corte per i bambini.

Château-Royal-de-Blois-Ala-Francesco I e Luigi XII
Château-Royal-de-Blois-Ailes-François-Ier-et-Louis-XII-2—©-D.-Lépissier
VISITE GUIDATE

Gennaio – dicembre 2019, Tours
PRIMO RINASCIMENTO: VISITE GUIDATE
Nuove visite guidate proposte dall’Ufficio del Turismo di Tours su 4 tematiche:
1) Il Rinascimento da un punto di vista generale; 2) Le residenze e i palazzi del Rinascimento; 3) L’architettura religiosa nel Rinascimento; 4) Luoghi di memoria del Rinascimento

ESPOSIZIONE

Gennaio – aprile 2019, Museo di Belle Arti di Tours
L’INVENZIONE MUSICALE DI LEONARDO DA VINCI
Mostra e installazione musicale e visiva che spiega il processo di creazione musicale di Leonardo da Vinci, le sue riflessioni sulla sonorità degli oggetti e sulla fabbricazione
di strumenti popolari.

ESPOSIZIONE

Dal 1° febbraio al 1° settembre 2019
Centro di Creazione Contemporanea Olivier Debré – Tours
ALICJA KWADE Giovane artista d’origine polacca nata nel 1979, Alicja Kwade espone
il suo lavoro in tutto il mondo, nei più grandi musei e durante le più importanti manifestazioni come la Biennale di Venezia. La sua mostra al CCCOD costituirà la
sua prima esposizione personale in Francia, in un contesto istituzionale.
Esporrà nella Navata del centro d’arte un’opera inedita, creata espressamenteper il CCCOD.
Nel suo lavoro, Alicja Kwade attinge alle teorie scientifiche sul tempo e sullo spazio. Si tratta di una scultura poetica e filosofica.
Come un’alchimista, trasforma il carbone in oro. Utilizza materiali e immagini che hanno la precisione di strumenti scientifici e li sceglie scrupolosamente per il loro potenziale
lirico e metafisico. Il suo lavoro si concentra su una rimessa in discussione delle apparenze
e del tempo. Gioca con i concetti di immagine, realtà, riflesso, con effetti semplici e precisi, spesso al limite dell’invisibile, dell’impercettibile.

ESPOSIZIONE

Marzo – novembre 2019, Fondazione del Dubbio – Blois
FLUXSHOW2019 FRANCIA/FLUXUS/ITALIA/ UN ANNO ITALIANO
Mostra alla « Fondazione del Dubbio » delle opere di 2 artisti inventori delle « macchine artistiche spettacolari »: Nam June Paik nelle sue esplorazioni televisive e nelle
variazioni audiovisive, Wolf Vostell che ha utilizzato tutte le tecnologie moderne, meccaniche o tecnologiche, auto, aerei, televisori… Creazione dell’Accademia del Dubbio.
Tutto l’anno saranno organizzate diverse sessioni di questa originale accademia, dedicate a soggetti relativi al dubbio, al tentativo, all’infinito e all’incompiuto e all’irrealizzato
nei principi nella manipolazione e delle variazioni artistiche, e all’utilizzo aberrante delle tecnologie.

FLUXSHOW estate 2019: Per celebrare il rapporto di vicinanza fra Blois e l’Italia, la Fondazione del Dubbio punta a riunire a Blois giovani artisti italiani e francesi, adepti
dell’arte-divertimento nello spirito di Fluxus, capaci di produrre collettivamente una macchina mobile costruita a partire da una tonnellata di materiali di scarto tecnologici
da riattivare e riutilizzare, il tutto collocato nella « Grand Cour du Doute », il gran cortile del Dubbio, e al « Mur des mots », il muro delle parole, per tutta l’estate 2019.
Quindi questa macchina, spettacolare sarà spostata e collocata in diversi altri spazi per stimolare l’interesse del pubblico.

CONCERTO

Aprile – luglio 2019 Abbazia di Noirlac IL CONCERTO PROLUNGATO
Dispositivo d’ascolto immersivo e aumentato della registrazione di un concerto in situ. Attraverso un’interfaccia tattile il visitatore può navigare nell’ambito di più luoghi punti d’ascolto di concerti (direttore d’orchestra, pubblico, esterno, ecc) visiteur grazie a
tecniche avanzate di captazione in esafonia.

ESPOSIZIONE

Aprile – novembre 2019, Castello del Rivau – Lémeré
OMAGGIO CONTEMPORANEO AL RINASCIMENTO
La mostra « Omaggio a Leonardo », in programma allo Chateau du Rivau dal 1 aprile al 5 novembre 2019, traspone in arte contemporanea l’eredità del maestro del Cinquecento morto nella Valle della Loira 500 anni fa.
La mostra è concepita in maniera tale da catturare la curiosità dei visitatori verso i differenti contributi di Leonardo, grande spirito universale nella storia dell’arte in
Europa che viene qui interpretato o « prolungato » dai differenti artisti contemporanei che operano sulla scena internazionale.
L’esposizione mostra anche gli scambi tra Italia e Francia verso il 1500: l’italianismo nelle arti iniziato sotto il regno di Carlo VIII e di Luigi XII, che continua fino ai nostri giorni, con i lavori degli artisti fiorentini Antonella Bussanich, Alessandra Capodacqua e Alessandra Ragionier.

La mostra dislocata nelle sale storiche del castello fa eco al sistema di pensiero
del maestro, genio polivalente per il quale la realizzazione non costituisce la fine ma il modalità della riflessione. Come nei capitoli di un libro, ogni sala illustra i diversi temi studiati da Leonardo: l’autoritratto, il ritratto, il dipinto storico, il paesaggio, il codice (annotazioni, appunti e disegni ), la natura morta, il ritratto femminile e il drappeggio.

ESPOSIZIONE

Maggio – settembre 2019,Castello di Châteaudun
ARTE DI VIVERE NEL RINASCIMENTO
Mostra sull’evoluzione degli stili di vita nel Rinascimento. In parallelo, visite guidate, che percorrono gli spazi all’origine della mostra: giardino pensile, stanze di rappresentanza
e scalone rinascimentale.

RESIDENZA

Dal 2 maggio al 2 settembre 2019, Castello reale d’Amboise
RESIDENZA DELL’ARTISTA RAVO
Andrea Mattoni alias RAVO, artista-graffitaro italiano, ha avviato nel 2016 un ambizioso progetto volto a riprodurre, in situ e in formato molto grande, dei capolavori della pittura classica firmati da Caravaggio, Delacroix, Delatour…
Intensità dei colori, potenza delle linee e delle dimensioni, l’omaggio di RAVO ai grandi maestri è di una modernità intensa e vivace…
Il risultato è entusiasmante. L’artista risiederà al Castello reale d’Amboise per una decina di
giorni ad aprile 2019. Realizzerà le sue opere in pubblico. La mostra è organizzata con il concorso dell’Associazione degli « Ateliers de l’Étoile ».

Château d'Amboise 500 anni festeggiamenti Leonardo da Vinci
Château d’Amboise © L. de Serres
CONCERTO

Dal 31 maggio al 2 giugno 2019, Priorato Saint-Cosme – La Riche
RONSARD IN MUSICA
Concerto del Florilège Vocal di Tours: concorso internazionale di canto corale. I cori di tutto il mondo sono invitati a cantare opere del Rinascimento composte sulle poesie di Ronsard.

ESPOSIZIONE

Giugno – settembre 2019, Bourges – Parvis des métiers
IL GABINETTO DI CURIOSITÀ ARTIGIANALI
Esposizione collettiva attorno al savoir-faire nel Parvis des Métiers, davanti alla Cattedrale. Ceramisti, ebanisti, vetrai, tagliatori di pietre, fabbri, modiste, cesellatori, artigiani
di gioielli, scultori su legno, tassidermisti… un corrispettivo contemporaneo alla genialità degli artigiani del Rinascimento !

CONCERTI

Giugno – settembre 2019, Noirlac, Couture-sur-Loir, Montrésor, Tours
LUNGO LA LOIRA, ASCOLTANDO IL FIUME, SUI PASSI DI LEONARDO
L’Ensemble Jacques Moderne celebra i compositori del Rinascimento nell’ambito del programma « Lungo la Loira, ascoltando il fiume, sui passi di Leonardo da Vinci ». Le
canzoni di Jean de Ockeghem, Clément Janequin e Jean Mouton hanno saputo trovare fra queste rive la loro fonte di ispirazione.
Date dei concerti: 22.06.2019 Abbazia di Noirlac (18) / 27.07.2019 Couture-sur-Loir (41) / 31.08.2019 Montrésor (37) / Settembre 2019 Tours (37)

ESPOSIZIONE

Estate 2019, Amboise
LE GARAGE: PRIMA ESPOSIZIONE
Nuovo spazio espositivo inaugurato nel 2019. Mostra dell’artista Maxime Thoreau che crea le « sue » macchine. Duplice approccio, tecnico e sensibile, con il lavoro e le ricerche di Leonardo da Vinci.

SPETTACOLO

23 luglio 2019, Castello reale di Amboise
MAGNIFICENZE ALLA CORTE DI FRANCIA
Questo spettacolo dell’insieme Doulce Mémoire ricrea il mondo di una festa alla corte di Francesco I°, attorno al 1515, nel periodo in cui arriva in Francia di Leonardo da Vinci su invito del re francese.
Pittore, inventore geniale, Leonardo è stato anche organizzatore di feste famose, la cui l’inventiva e la potenza creativa erano apprezzate dai potenti della corte.

SPETTACOLO DIGITALE

Luglio – dicembre 2019, La Devinière
RINASCIMENTO COME RABELAIS
Percorso digitale, sonoro e interattivo che combina mezzi tecnici innovativi in grado di unire geografia letteraria e geografia reale.
Creazione di un percorso sonoro geoloalizzato a partire da una applicazione mobile fra La Devinière, casa natale di Rabelais, e l’Abbazia di Seuilly.

 

jardin . Château d'Amboise
jardin . Château d’Amboise
SPETTACOLO ITINERANTE

15 agosto – 15 settembre 2019, Amboise, Blois, Bourges, Chambord, Orléans e Tours
SPETTACOLO DIGITALE ITINERANTE RINASCIMENTO
Questo spettacolo digitale invita il pubblico a immergersi attraverso le più recenti tecnologie in un contesto visivo e sonoro a più dimensioni. Diverse tecnologie, di realtà aumentata o realtà virtuale possono essere modificate attraverso una immersione sensorio-motrice grazie a una o più interfacce visive. Questo spettacolo proporrà una narrazione
nello spirito umanista e innovativo del Rinascimento. Evocherà in particolare: le dimensioni creative, anticipatrici, pluridisciplinari di Leonardo da Vinci, gli attori, le opere, i siti patrimoniali e culturali maggiori del territorio nel Rinascimento, il Centro-Valle della
Loira di oggi e la sua proiezione nel futuro.

ESPOSIZIONE

Settembre – dicembre 2019, Domaine regionale di Chaumontsur-Loire
GLI ARAZZI DELLA REGINA
Immersione nel mondo personale della regina Caterina de’ Medici:
mostra degli oggetti quotidiani e degli arazzi che ornavano la sua camera.

FESTIVAL

29 settembre 2019, Il Castello di Clos Lucé di Amboise
FESTIVAL EUROPEO DI MUSICA RINASCIMENTALE
In occasione del quinto centenario della morte di Leonardo da Vinci, il famoso musicista e direttore d’orchestra Jordi Savall ha creato un programma inedito.
Sarà circondato da musicisti selezionati da lui e provenienti del Concerto delle Nazioni. Il concerto si terrà nella sala d’esposizioni totalmente restaurata e rinnovata dal Clos Lucé secondo le norme imposte dai musei di Francia e le norme acustiche richieste per ospitare
questo festival di musica.

EVENTI

Ottobre 2019, I Rendez-vous della Storia di Blois
IL RINASCIMENTO NELLA VALLE DELLA LOIRA, IN FRANCIA E IN EUROPA / FESTIVAL DEL CINEMA FRANCESE « RINASCIMENTO »
Per la 21a edizione dei Rendez-vous della Storia, il Centro di Studi Superiori del Rinascimento sarà fortemente impegnato in una programmazione specifica sul  Rinascimento nella Valle della Loira, in Francia e in Europa. Nell’ambito nel festival
del cinema francese « Rinascimento», verranno proiettati film storici accompagnati da momenti di riflessione (dibattiti, conferenze, laboratori) mettendo a confronto la
creazione cinematografica in rapporto alla storia della pittura storicistica.

SPETTACOLO

Ottobre – dicembre 2019, Bourges
PROSPETTIVE SONORE: LE PRATICHE CONTEMPORANEE DEL SUONO IN SINTONIA CON
L’ARCHITETTURA
Il programma vuole far scoprire al pubblico forme artistiche innovative ma anche avviare dei processi di ricerca per aprire nuove prospettive di creatività sulla bioart, le arti sonore, cinematografiche e i media contemporanei. Si svolgeranno, in tre tempi, eventi, conferenze,
workshops e residenze d’artista:
• Prospettive sonore 1 all’Hôtel
Lallemant. 17.10.2019 – 16.11.2019.
• Prospettive sonore 2 a La Box,
galleria dell’ENSA Bourges.
10.10.2019 – 16.11.2019.
• Prospettive sonore 3 a Bourges.
Diversi luoghi sono scenario di
opere sonore (Palazzo Jacques
Coeur, Museo Estève, Hall au
Blé, Place Cujas…). Ottobre – dicembre.
2019

INSTALLAZIONE

Guigno – luglio 2019, La Loira vicino ad Amboise, Chaumont-sur-Loire, Orleans, Tours
SPECCHI DELLA LOIRA
« Specchi della Loira » è un’installazione plastica di grande formato nello stile della Land Art. Un progetto monumentale costituito da 7 specchi a due facce collocati, nel corso di diversi mesi, su banchi di sabbia privi di vegetazione.
Il lavoro artistico proposto entra in risonanza con le ricerche condotte da Leonardo da Vinci
sull’ottica e la luce.
Lo Specchio riflette e amplifica la luce del territorio della Valle della Loira e avvolge di un’ aura spirituale la presenza di Leonardo.
L’installazione è da scoprire partendo da punti d’osservazione durante l’attraversamento
di un ponte, in occasione di una passeggiata in bicicletta o di una randonnée piedi e anche sorvolandola in mongolfiera al mattino e alla sera.

L’insieme di questa opera propone
un percorso artistico e culturale a chi vive qui, ai turisti, escursionisti, passanti… permettendo di scoprire e conoscere in paesaggio sotto una nuova angolazione e un
nuovo punto di vista. Gli specchi misurano 6 x 6 m, hanno due facce e sono disposti come un libro, leggermente aperto e inclinato.

Info: Ente del Turismo Francese; Regione Centro-Valle della Loira

[wl_navigator]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here