Una visita a Torino con bambini al seguito? Oggi è fattibile e anzi superconsigliata grazie a itinerari ad hoc messi a disposizione dai musei e location pensate proprio per il divertimento dei piccoli pargoli! Con almeno due giornate e mezza a disposizione sarà possibile visitare il centro storico di Torino, i suoi principali musei, assaggiare i piatti tipici e passare un’intera giornata nel bellissimo parco Zoom, tanto amato dai piccini, ma anche dai grandi.

Palazzo Carignano a Torino

Ecco un itinerario per un ponte o un week end lungo da trascorrere nel capoluogo sabaudo con la propria famiglia.

Torino 1° giorno – Pomeriggio e serata in centro storico

Una visita a Torino non può prescindere da una bella passeggiata nel suo elegante centro storico con i suoi caratteristici portici a colonnati, residenze e monumenti sabaudi e caffè storici. Da Piazza Castello, dove si erge imponente Palazzo Madama, residenza sabauda patrimonio Unesco, è possibile proseguire per Via Roma raggiungendo Piazza San Carlo e poi Piazza CNL divenuta famoso set del film “Profondo Rosso” di Dario Argento. In Piazza San Carlo è consigliabile una sosta allo storico Caffè Torino. Nato nel 1903 e frequentato da uomini illustri come Cesare Pavese, Einaudi e De Gasperi, il Caffè Torino ancora oggi conserva il fascino della belle epoque con arredi sfarzosi dei primi del ‘900. Al Caffè Torino ovviamente è consigliabile degustare il Bicerin, tipica bevanda torinese nata però presso il Caffè “Al Bicerin”, nella parte più a nord della città. Il Bicerin, servito in calice di vetro, è formato da cioccolato alla base, caffè immediatamente sopra e panna con latte a copertura del tutto, e bisognerebbe berlo rigorosamente senza girarlo né zuccherarlo per carpirne al meglio la differenza di sapori. Gusto assicurato! Dopo una pausa bicerin, si può risalire verso Piazza Castello percorrendo Via Lagrange e Via Accademia delle Scienze. Ci si imbatterà nell’imponente Museo Egizio sulla sinistra e Palazzo Carignano sulla destra, altra residenza sabauda che diede i natali a Vittorio Emanuele II. Per concludere la passeggiata serale non c’è niente di meglio di una piola, tipica osteria torinese. Le piole nacquero per favorire la convivialità tra gli abitanti di Torino dopo le intense giornate di lavoro assaporando insieme i piatti poveri della terra come la Bagna cauda, a base di aglio, olio e acciughe, gli Agnolotti, ravioli ripieni di carne al burro e salvia, i Tajarin, simili a tagliolini e solitamente serviti con sugo di pomodoro e funghi e come dessert il Bounet, un budino a base di liquore e cioccolato o la Tarte tatin, una crostata alle mele capovolta. Nelle piole è possibile assaggiare le prelibatezze torinesi senza avere sorprese sul conto poiché hanno mantenuto la stessa logica di convivialità contadina per cui sono nate conservando quindi negli arredi, nel servizio e anche nel conto stesso quella frugalità che le rende tipiche.

Bicerin – Baratti e Milano, Torino

Torino 2° giorno – Museo Egizio e Mole Antonelliana

Una giornata intera è da dedicare alle visite del Museo Egizio e della Mole Antonelliana. Il Museo Egizio offre dei tour con audioguida ad hoc per bambini. I piccoli nei tre piani del Museo ascolteranno le affascinanti storie dei protagonisti del Museo: le mummie Kha e Meredith, potranno cimentarsi con giochini e test per verificare il loro apprendimento e andranno alla ricerca di un gattino egiziano virtuale da scovare durante l’audioguida. Per una visita al Museo seguendo l’itinerario per bambini bisogna mettere in conto almeno quattro ore di percorso che si concluderà con la sorprendente sala finale curata nella scenografia dal grande scenografo cinematografico Dante Ferretti, del quale gli esperti del settore coglieranno il tocco geniale. Per la pausa pranzo ci sono molti posti, anche per bambini, per un pranzo completo e veloce prima di entrare nella Mole, seconda tappa della giornata: ci sono pub, fast food, piadinerie, focaccerie, pizzerie al taglio e perfino polente da strada points durante il tragitto dal Museo Egizio alla Mole, sita in Via Montebello. Nella Mole Antonelliana è prevista, con due biglietti separati, la salita alla cupola tramite un ascensore panoramico e la visita al Museo del Cinema. Se non si intende tornare a Torino una seconda volta, sono consigliabili entrambe le visite. L’ascesa alla cupola con l’ascensore panoramico permetterà di godere della miglior vista dall’alto di Torino mentre la visita al Museo del Cinema è un vero e proprio viaggio nella storia del cinema, dai primi fotogrammi, ai film muti, alle prime locandine fino ai nuovi set cinematografici e ai costumi di scena di Alien, Superman, Guerre Stellari, Dracula e molti altri. Anche per la visita alla Mole con i suoi due musei bisogna prevedere quattro ore di percorso e, se la stanchezza colpirà, sia adulti che bambini potranno rilassarsi sui divanetti del museo godendosi un bel film. Anche per cena si potrà restare nella Mole grazie alla presenza del ristorante Eataly che soddisferà tutti i palati dai più grandi ai più piccoli.

Museo del Cinema di Torino

Torino 3° giorno – Zoom

La visita a Zoom, il grande parco acquatico di Cumiana, in provincia di Torino, merita una visita di un’intera giornata. Il parco riproduce nei minimi dettagli gli habitat asiatico ed africano permettendo a tantissime specie di vivere in quest’ambiente meraviglioso. Le famiglie durante la mattinata potranno rilassarsi nelle due piscine di Bolder Beach e Malawi Beach con spiagge di sabbia borotalco e insenature rocciose identiche alla naturali tanto che ci si potrà dimenticare di stare alle porte di Torino. Oltre che dedicarsi a nuoto e relax nelle due piscine è possibile anche l’incontro con pinguini, ippopotami e pesci pirana, rigorosamente vegetariani, per fortuna! Si potrà consumare il pasto portato da casa nelle apposite aree pic nic o fruire dei vari snack ponti presenti nel parco. Nel pomeriggio è possibile partecipare ai vari momenti di spiegazione degli esperti del parco sulle varie specie ospitate a Zoom nei rispettivi habitat ricreati appositamente per loro: lemuri, giraffe, tartarughe giganti, tigri, rinoceronti, zebre, gibboni e ancora pinguini, ippopotami, cammelli, aquile, avvoltoi e tanti altri. Nel souvenir point sarà possibile acquistare peluche, penne, quaderni e tutto sulla natura di questo mondo lontano ma a portata di tutti alle porte di Torino.

Zoom – Bolder Beach, Cumiana ( TO )

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

sette − 5 =