Svelare lo scenario perduto del Rinascimento
Grazie alla realtà aumentata

Dal febbraio del 2019 il Castello di Amboise propone a tutti i visitatori di utilizzare l’Histopad. Si tratta di uno strumento tecnologico  che ricostruisce gli ambienti e le vicende del passato, attraverso un tablet che rileva oggetti, persone, vestiti tipici del rinascimento, oggi andati perduti.

Una vera e propria  rivoluzione, grazie alla quale è possibile rivivere  il periodo rinascimentale.

Rappresentazione opere rinascimentali

L’Histopad permette ai visitatori di approfondire la scoperta del Castello. Esso offre una esperienza digitale per comprendere la storia e le collezioni del Maniero. Cliccando sullo schermo dell’Histopad, i visitatori  trovano immediatamente  le informazioni necessarie che spiegano le caratteristiche di una sala o di un oggetto.

La galleria degli illustri

Da Luigi IX a Napoleone III, le figure storiche che sono rappresentate o che hanno soggiornato presso il Castello Reale di Amboise sono numerose. La galleria delgli Illustri fornisce una breve nota biografica per trenta di essi, al fine di collocarli nel loro contesto storico e per dare una comprensione del loro legame con il monumento.

Il modello interattivo

Spazi come il Logis des Sept Vertus  o le due enormi torri di cavalleria che permettevano l’accesso dalla città, sono ora scomparsi. Il progetto HistoPad  è rinato. Attraverso un modello 3D interattivo, i visitatori possono acquisire l’importanza architettonica di questo edificio.

Manipolare il pavimento

Puntando la telecamera dell’Histopad sul pavimento di una sala, i visitatori possono  scoprire il modo di vivere dei bambini di Enrico II e Caterina de ‘Medici, che si formarono intorno al Dauphin François.

Le viste ricostruite

Le prospettive che sono state reimmaginate rappresentano paesaggi in maniera completamente diversa dal solito, come i giardini creati agli inizi del XVI secolo sul modello dei giardini napoletani, presso la chiesa collegiata di Saint-Florentin, che ospitava la sepoltura di Leonardo da Vinci, o al porto di Amboise nel 1495.

Vivacità nella corte reale

Oltre alle decorazioni e ai mobili tipici del rinascimento, grazie alla fotogrammetria, i volti e i costumi reali vengono completamente scansionati prima di essere integrati in ricostruzioni 3D.

Lingue disponibili e specifiche

Histopad è disponibile in 12 lingue: francese,tedesco, inglese, italiano, spagnolo, portoghese, cinese, giapponese, coreano, russo, polacco e olandese.

 

 

A cura di  Simone Tombari

 

 

 

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here