Terra di collezionisti e di mecenati privati o aziendali, la Svizzera è da sempre protagonista di progetti che mirano a valorizzare il patrimonio artistico esistente o a creare nuovi spazi e nuovi modi per avvicinare le persone alla creatività. In attesa dell’apertura della nuova ala del Kunsthaus di Zurigo, affidata a David Chipperfield, e di Plateforme10 a Losanna, ecco alcune novità da tenere in considerazione per il vostro prossimo viaggio.

Museo del Design di Zurigo

Le Corbusier progettò questo edificio sulla riva orientale del Lago di Zurigo su commissione della collezionista Heidi Weber che ne fece uno spazio espositivo per i suoi lavori artistici, dai dipinti a olio ai disegni, dai mobili alle sculture. Atipico è l’impiego di vetro, acciaio e pannelli di vernice colorata al posto degli usuali pietra e cemento. Fu inaugurata nel 1967 e, ancora oggi, è dedicata a tutte le opere dell’architetto. Riaprirà l’11 maggio 2019 sotto l’egida del Museo del Design di Zurigo.

Collezione d’arte di Giovannetti

Con l’acquisto dell’ex casa di Luigi Pericle Giovannetti (1916-2001), i proprietari dell’Hotel Ascona hanno portato alla luce un tesoro artistico inedito. Il poliedrico artista raggiunse il culmine della sua carriera alla fine degli anni ’50 grazie alla famiglia Staechelin che acquistò un centinaio di suoi dipinti. Per lasciarlo lavorare indisturbato, i collezionisti gli regalarono una casa sulle pendici del Monte Verità ad Ascona, dove l’artista trascorse gran parte della sua vita. La collezione trovata è composta da dipinti ad olio e disegni a inchiostro in ottimo stato di conservazione, alcuni dei quali si possono ammirare anche all’Hotel Ascona.

I tesori della Biblioteca abbaziale

Dal 13 aprile 2019 la mostra “Il miracolo della tradizione” presenta in uno spazio apposito la celebre pianta carolingia di San Gallo, uno dei maggiori tesori della Biblioteca abbaziale. È considerato il più significativo documento di disegno architettonico pervenutoci dal Medioevo. Insieme agli altri documenti esposti costituisce una testimonianza unica dell’Europa carolingia.

[wl_navigator]

Info: Ente del turismo della Svizzera

A cura di:

Valentina Conti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here