I celeberrimi trenini alpini svizzeri con i due “fiori all’occhiello” della Ferrovia retica, il Bernina Express ed il Glacier Express, sono da sempre l’esempio concreto e tangibile di modalità di viaggio sostenibile.

100% di energia idroelettrica

I locomotori del Bernina Express e Glacier Express dal 2013 sono alimentati al 100% da energia idroelettrica, così come lo sono in gran parte gli stabili e tutte le strutture ferroviare collegate. Oltretutto, “a chilometro zero” in quanto la materia prima, l’acqua, proviene dal Lago Bianco (ammirabile al passaggio in quota a 2.253 metri di Ospizio Bernina, uno dei punti panoramici più spettacolari della famosa e frequentatissima tratta ferroviaria).

L’acqua, l’elemento chiave del viaggio

L’acqua è l’elemento essenziale per tutto! E l’acqua è costantemente presente (oltre che ad essere materia prima, come sopraccitato) negli spettacolari e incontaminati paesaggi attraversati da questi trenini. L’acqua è vita, è energia… è turismo.

Gastronomia prettamente locale

Anche per quanto concerne la gastronomioa, importantissimo aspetto dell’offerta turistica, tutto è perfettamente in linea con il tema della sostenibilità.

I vari punti di ristoro che si trovano sulla tratta del Bernina propongono prodotti prettamente locali, cosa peraltro molto gradita dalla numerosa clientela estera.

Questo concetto vale anche per il Glacier Express, che propone la ristorazione a bordo con la filosofia gastronomica svizzera (insalata o zuppa del giorno, piatto forte e dessert). E a Zermatt, come non concedersi il piacere di una gustosa fondue o di una raclette?

Il giardino dei ghiacciai di Cavaglia

Grazie all’intraprendenza di un gruppo di idealisti, durante i primi anni Novanta si sviluppa un serio interessamento per le marmitte dei giganti a Cavaglia e la volontà di avviare i relativi lavori di asportazione dei detriti, al fine di riportare alla luce queste meravigliose “sculture della natura”.

www.ghiacciai.info

Zermatt: il paradiso senza traffico motorizzato

Questa famosa località vallesana, uno dei punti focali dell’offerta turistica alpina svizzera, sita ai piedi del maestoso e imponente Cervino, è famosa in tutto il mondo anche per un altro fondamentale elemento.

Da decenni, Zermatt ha optato per il turismo sostenibile, escludendo di fatto il traffico motorizzato in tutto il territorio comunale. Una scelta lungimirante (oggi è di estrema attualità, ma allora…) che ha richiesto convinzione e molto coraggio da parte dei politici e delle istituzioni locali, e che oggi risulta essere, oltreché pagante, uno dei motivi di maggior richiamo per un soggiorno in questa vera e propria perla montana.

www.zermatt.ch

Covid-19: aggiornamento / situazione attuale

I treni della Ferrovia retica circolano normalmente secondo il piano orario. I convogli panoramici, ovvero il Bernina Express ed il Glacier Express, circolano al momento in modo parziale. Da inizio luglio è previsto il ripristino di tutte le corse.

L’introduzione del Green Pass europeo dovrebbe poi facilitare il ritorno graduale della  numerosa clientela straniera nel rispetto delle misure di sicurezza (uso della mascherina, distanziamento laddove possibile e igienizzazione) durante la seconda metà di questo anno 2021.

Offerte estate e autunno 2021

Per tutto il mese di giugno, biglietto scontato del 30% per la clientela individuale. Un modo per ammortizzare praticamente il costo del tampone, ancora oggi necessario per il rientro in Italia dopo il viaggio entro i confini svizzeri.

A settembre e ottobre si prevede inoltre di riproporre l’offerta, esclusivamente Online, a € 99.00 per due persone sul Bernina Express. Nel prezzo sono inclusi i supplementi per treni panoramici e pure un tipico piatto del giorno in uno dei ristoranti convenzionati a St. Moritz. Imperdibile!

Informazioni dettagliate e modalità di prenotazione saranno visibile nella homepage del nostro sito www.rhb.ch

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

uno × cinque =