Il break primaverile è alle porte e non c’è occasione migliore per scoprire la Valle d’Aosta con un itinerario inedito tra Pont d’Aël e Château Sarriod de La Tour.
Dal 18 al 25 aprile è possibile intraprendere un percorso che vede l’acqua come fil rouge tra due straordinari monumenti della Regione: le rocce di Pont-D’ael e il torrente che domina il Castello Sarriod de La Tour, popolato, secondo la tradizione medievale, da sirene e figure mostruose. Il percorso di visita vuole svelare i misteri e la storia di questi luoghi attraverso frammenti e tracce del passato.

Ponte-Acquedotto Romano di Pont-D’ael

Lo straordinario ponte-acquedotto ad arcata unica lungo oltre 50 metri risale all’anno 3 a.C. ed è uno straordinario esempio di ingegneria idraulica romana. Inoltre è dotato di un duplice passaggio: uno superiore scoperto per l’acqua e uno inferiore coperto per uomini e animali. Una visita che non mancherà di stupire sia per l’opera architettonica magnificamente

VALLE-DAOSTA-Pont-dAel – foto Enrico Romanzi

conservata che per la vista mozzafiato sulla gola sottostante.

Chateau Sarriod de la Tour

Inquieto e bizzarro, grottesco e irriverente, tutto l’immaginario fantastico dell’uomo medievale vive nel Salone delle Teste, uno dei più originali capolavori dell’intaglio ligneo profano del Quattrocento. Immagini sacre si affiancano ad esseri mostruosi e creature fantastiche per una visita che si rivelerà una vera e propria sorpresa.

Le visite saranno proposte in contemporanea nei due siti, alle ore 15:00 e 16:00, della durata di un’ora e la prenotazione è obbligatoria.Nei giorni del 21 e 22 aprile, la visita al castello sarà dedicata ai bambini con una divertente Caccia al MOSTRO con sorpresa! dove i piccoli partecipanti dovranno risolvere gli enigmi per scoprire la sorpresa finale.

VALLE-DAOSTA-Pont-dAel – foto Enrico Romanzi

 

A cura di Silvia Staffolani

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here