IL CENTRO MEDIEVALE

Il centro medievale di Cracovia si stringe intorno all’antico Mercato Principale, dove anche il visitatore più frettoloso, rimane quasi stregato dall’incantesimo del suo fascino. Certo, una piazza immensa così è cosa rara, uno spazio di 40.000 mq, con strade che si intersecano da ogni parte, formando con le sue traverse una pianta architettonica a griglia. Questa area offre un piacevole relax, tra negozi e botteghe stracolme di prodotti di ogni genere.

Cracovia- Piazza del Mercato

Dietro la piazza (Rynek Główny), s’affaccia la basilica di Santa Maria che sfoggia due imponenti torri dall’altezza diversa, ma non è una stravaganza: nascondono una storia molto triste tra due fratelli incaricati di costruirle, ma un’aspra competizione tra loro portò il fratello maggiore ad uccidere il minore e per questo una rimase incompiuta. Il colle di Wawel, come ritengono gli intenditori di scienze occulte, è centro di un particolare flusso di energia: qui si trova una delle sette pietre chakra, lanciate dal dio Shiva sulla terra e oggi molti visitatori, induisti e non, vengono al colle per assorbire l’energia vitale della pietra. Il Castello Reale di Wawel, benché riunisca nel suo pittoresco blocco stili diversi, è considerato un eccellente esempio di architettura rinascimentale. Nei suoi saloni sono conservati splendidi arazzi dei Paesi Bassi e i soffitti sono decorati con cassettoni di legno, impreziositi dalle caratteristiche “teste di Wawel”, che rappresentano l’anima della Polonia.

Vista sul Castello di Wawel
Vista sul Castello di Wawel

Dopo esserci incantati nella visita di questo gioiello, vogliamo anche conoscere un luogo che attira un’infinità di visitatori, da quando ha smesso il suo ruolo di miniera nel 1996 per diventare un’attrazione turistica.

COSA VEDERE NEI DINTORNI

Siamo a 20 chilometri da Cracovia nel comune di Wieliczka, dove c’è la più antica miniera di sale d’Europa. Per visitarla, occorre un’intero pomeriggio all’interno del vostro itinerario di quattro giorni. Sicuramente Giulio Verne si è ispirato a queste miniere incantate per scrivere il suo libro “Viaggio al centro della terra”.

Un’altra intera giornata, merita sicuramente l’escursione al sito di AuschwitzBirkenau, museo e monumento commemorativo dell’omonimo campo di contrantramento nazista. Info per organizzare al meglio la visita al museo: http://auschwitz.org/en/more/italian/

Info per la pianificazione dei 4 giorni a Cracovia: Ente Nazionale Polacco per il turismo

[wl_navigator]

Articolo precedenteEventi sportivi a New York estate 2018
Articolo successivoColori, profumi e sapori della Costiera amalfitana
Amava ballare e cantare, il suo sogno era fare l’artista, ma piano piano cresciuta con un padre intrepido viaggiatore e grande appassionato di fotografia, si rese conto che la natura non si smentisce. Fu subito attratta dall’uomo che divenne suo marito, col quale avrebbe condiviso lo stesso piacere della scoperta. Tutto riaffiorò impetuosamente man mano che viaggiava, ormai certa che i viaggi, la conoscenza, l’imprevisto era qualcosa di cui non poteva fare a meno, soprattutto fissandone le immagini che hanno scandito tutta la sua esistenza, scoprendo sin dall’inzio una passione che le riempiva la vita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here