Bordeaux svolge un ruolo di primissimo piano in fatto di enogastronomia, dal Marché des Capucins ai ristoranti stellati, ai nuovi “spazi food”: un’esaustiva carrellata di luoghi dove soddisfare il palato con piatti e prodotti tipici.

Non è un caso se Bordeaux è stata scelta per ospitare un evento gastronomico come Bordeaux So Good!

 Bordeaux accoglie chef che non mancano certo di creatività per produrre con savoir faire artigianale prodotti a base di materie prime del territorio.

SUI MERCATI…

Al Marché des Capucins, i banchi propongono svariati saporit da degustare sul posto o da portarsi a casa. Si può ordinare un plateau di frutti di mare Chez Jean-Mi o un brunch veg al Café Laiton. A meno di non andare sui quais al mercato all’aperto dei Chartrons, sulle rive della Garonna, per gustare ostriche del Bassin, tricandilles (specialità di Bordeaux alla trippa di maiale) o grenier del Médoc (varietà di salsiccia locale).

Bordeaux Enogastronomia PLACE DU MARCHÉ DES CHARTRONS - TERRASSES - HALLE DES CHARTRONS
PLACE DU MARCHÉ DES CHARTRONS – TERRASSES – HALLE DES CHARTRONS
©Vincent_Bengold_108©Vincent-Bengold by Bordeaux Tourism

le Halles de Bacalan

Da novembre 2017, le Halles de Bacalan ospitano una trentina di produttori, proprio davanti a La Cité du Vin. Artigiani che propongono tartufi, bar à huitres per le ostriche, foie gras, prodotti a base di tartufi e bio… Una vera festa del gusto! A partire da ottobre 2018, la Halle Boca (nel nuovo quartiere Euratlantique) completerà questa offerta gastronomica.

“spazio food”

Bordeaux enogastronomia_ Met et vin
Met et vin ©Deepix

Un nuovo “spazio food“ che ospiterà 16 stand di ristoranti fra cui il marchio di cucina italiana Vapiano e un bar centrale. AL RISTORANTE Dal 1968, La Tupina (che significa paiolo in basco) celebra le tradizioni e i prodotti gastronomici del Sud-Ovest. Le tricandilles – la tipica trippa – sfrigolano nella padella, la zuppa cuoce a fuoco lento, la carne viene grigliata sulla brace… Le Noailles – la più parigina delle brasseries di Bordeaux – conquista il palato da generazioni.

Negli ultimi anni, hanno aperto a Bordeaux ristoranti abbordabili e innovativi, come L’Atelier des Faures, nel quartiere Saint-Michel, che rivisita i prodotti del territorio con sapori ispirati alla cucina berbera, polacca, indiana, asiatica. Il famoso Symbiose – fondato sul concept dei bar nascosti e un po’segreti stile “speakeasy” – è stato eletto «Miglior bar d’autore 2017» da Le Fooding.

Prodotti locali tipici

Per una cucina con prodotti locali, Belle Campagne e Racines sono gettonatissimi. E TRA LE STELLE… Nel giro di pochi anni nel firmamento di Bordeaux sono arrivati 3 grandi chef: per cominciare Philippe Etchebest al Quatrième Mur nel 2015 (una stella nella Guida Michelin per il ristorante), quindi il britannico Gordon Ramsay al Pressoir d’Argent e infine Pierre Gagnaire al ristorante gastronomico La Grande Maison (2 stelle ciascuno).

L’offerta gastronomica della metropoli conta anche Garopapilles, Le Pavillon des Boulevards, Le Saint-James a Bouliac, Le Prince Noir a Lormont (1 stella ciascuno).

LA GASTRONOMIA ITALIANA A BORDEAUX

Pasta fresca, salse fatte in casa, verdure marinate… Tutta l’Italia si dà appuntamento a tavola a Bordeaux! Ecco una selezione dei nostri migliori indirizzi:

• POGGETTI: Nel cuore del quartiere Saint-Michel a Bordeaux, Poggetti invita a condividere la passione per i prodotti italiani. www.facebook.com/Poggetti

• TRIPLETTA BORDEAUX, www.facebook.com/triplettabordeaux

• CAPPERI: Qui il savoir-faire italiano e la qualità dei prodotti si uniscono per la riscoperta di una pizza preparata con una farina francese biologica e semi-integrale, olio d’oliva extra vergine prodotti dagli chef stessi in Sicilia, da quattro generazioni (olive Moresca) e verdure fresche di stagione. www.capperi.fr

• TENTAZIONI: Italiano, anche questo dalla Sardegna. Una cucina italiana appresa da grandi chef come Davide Bisetto di “Casadelmar” (2 stelle Michelin), e in grandi ristoranti a Torino, Milano e in Corsica. www.tentazioni-bordeaux.fr

Info: Ente del Turismo Francese, Ente del turismo di Bordeaux

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here