Nantes dove e perché. Città francese della Bretagna storica, dal sapore oceanico, ricca di storia, di arte e di cultura. Attraversata dalla  Loira e percorsa da altri corsi d’acqua, quasi contesa tra mare e acqua dolce, prossima all’estuario del fiume più lungo di Francia, Nantes  incuriosisce e affascina. Bella, ariosa, da percorrere in bicicletta, è meta che si offre al visitatore un passo alla volta.

Nantes in 10 parole e 10 foto

Definita in passato laVenezia dell’Ovest, Nantes è oggi città d’arte e di cultura, e molto più. Proviamo a definirla in 10 parole e 10 foto: Marittima, Fighissima, Contemporanea, Audace, Creativa, Verniana, Golosa, Ludica, Verde, Allegra!

Nantes in 10 parole e 10 foto
Foto by Ente del Turismo di Nantes – Le Voyage a Nantes

Les Machines de l’île

Un centro storico raffinato,  con il castello dei duchi di Bretagna in pieno centro; i musei, le crociere e gli itinerari fluviali  fino all’estuario di Saint-Nazaire; la zona tecnologica (le Quartier de la Création), avveniristica riconversione urbana di cantieri dismessi, connubio tra scienze e arte moderna, popolata da meravigliose e gigantesche  macchine animate, dall’elefante, al ragno, dall’airone alla formica fino all’immenso albero in fase di costruzione (Les Machines de l’ile); un rapporto inesauribile tra cittadinanza e artisti contemporanei che a sorpresa irrompono nel panorama urbano e fluviale  con le loro creazioni, fisse e temporanee;  centro universitario di prim’ordine ed  effervescente hub per startup;  luogo di nascita di personaggi del calibro di Giulio Verne e di Cambronne;  ristoranti eccellenti, posticini romantici e bistro per un’ offerta gastronomica straordinaria; un entroterra che dischiude il più grande giardino vitivinicolo del Val de Loire, culla del Muscadet.

Lilian-Bourgeat-il-Flessometro- Nantes
Lilian-Bourgeat-il-Flessometro

Crociera sull’ estuario della Loira da Saint-Nazaire a Nantes

La navigazione sull’estatio della Loira è interessante non solo dal punto di vista naturalistico, ma anche, e soprattutto, artistico perchè negli ultimi anni le sponde del fiume sono diventate parte del progetto Les Voyage a Nantes con instllazioni di opere d’arte contemporanea.

Da Nantes, si può prendere il treno fino a Saint-Nazaire e da lì salire sul battello per navigare il fiume tornando indietro.

Installazione lungo l'Estuario della Loira - casa immersa nella Loira
Installazione lungo l’Estuario della Loira – casa immersa nella Loira

Nantes durante i secoli

Inoltre la città conserva anche dei risvolti storici tutti da scoprire. Ad esempio, durante la sanguinosa Rivoluzione francese,  Nantes fu testimone di moltissimi “matrimoni repubblicani”. Di cosa si trattava? Niente di buono a quanto pare: i prigionieri venivano legati due a due (maschio e femmina) e poi lasciati annegare nella gelida Loira. Nantes è anche associata alla guerra della Vandea, in cui i contadini (i bianchi) si contrapposero ai rivoluzionari (i blu). Probabilmente fu il primo genocidio dell’epoca moderna, alle cui metodologie paiono essersi ispirati addirittura i nazisti.

Non meno interessante il ruolo di Nantes come primo porto negriero di Francia. Mezzo milione di africani furono oggetto di una tratta dalla fine del 1600 fino al 1831, principalmente in direzione delle Antille. Oggi il capoluogo  del dipartimento della Loira Atlantica ricorda quel periodo  (economicamente floridissimo ma) moralmente deprecabile con un monumento alla memoria sulla riva della Loira. Tutti i nomi delle navi negriere sono indicati sul selciato che conduce a una passerella sotterranea  tappezzata da mappe e ausili audiovisivi che spiegano quanto è avvenuto. Come si vede,  un mix di elementi  eterogenei costituiscono l’anima della città che si lascia vivere, con leggerezza e interesse.

Cosa c’è di nuovo a Nantes?

Il 2020 è segnato da diversi eventi importanti: il Voyage a Nantes, le nuove opere, senza dimenticare le grandi mostre.

IL PERCORSO DEL VOYAGE À NANTES SI ARRICCHISCE: 3 NUOVE INSTALLAZIONI NELLO SPAZIO PUBBLICO
Alla fine di ogni edizione estiva, alcune opere d’arte s’installano definitivamente lungo la linea verde. Nel 2019, il percorso esistente è stato completato da 2 installazioni perenni (in totale 38 dal 2012). Le novità del 2020 saranno rivelate in settembre.
• IL BELVEDERE DE L’HERMITAGE
TADASHI KAWAMATA

L’opera dell’artista giapponese Tadashi Kawamata si slancia dall’alto della Butte Sainte-Anne. Una passerella sporge su 36 metri di lunghezza, a sbalzo di 10. Il groviglio caotico delle assi di legno evoca la forma di un nido d’uccello gigante. Aggrappata alla rupe, l’opera svetta su quasi 20 metri dal suolo e offre un panorama urbano inedito sulla Loira e la città. A due passi dal museo Jules Verne e del nuovo Jardin Extraordinaire, il Belvedere de l’Hermitage partecipa a densificare l’offerta culturale e turistica del quartiere di Chantenay.

• LE PASSAGE
EVA JOSPIN

Scultrice, Eva Jospin realizza con infinita precisione delle opere partendo da materiali semplici in cui la natura è simbolicamente inscenata. Nel cuore dell’île de Nantes, l’artista investe un passaggio lungo più di 50 metri situato in un edificio. Nelle entrate della stradina, dei leggeri solchi invitano a scoprire un’opera sulla proporzione del cortile. In questo pozzo d’aria e di luce, Eva Jospin ha realizzato un pergolato. Intorno al tronco, ha fatto pazientemente sporgere delle liane, del fogliame e dei rami di corde più leggere, tinte da colori che vanno dall’ocra al color mattone.

• NANTES ICI NANTES
MRZYK & MORICEAU – STAZIONE DI NANTES

L’opera è visibile su un largo schermo nell’ammezzato della nuova stazione concepito da Rudy Ricciotti. Mrzyk e Moriceau, con un vocabolario grafico Pop e coloratissimo che caratterizza il loro lavoro, propongono agli utenti della stazione Nantes Ici Nantes, un
film che assomiglia a un viaggio, a un’odissea poetica. Fuori dai luoghi comuni: gli emblemi culturali e turistici diventano pretesti di sperimentazioni grafiche, in una rilettura surrealista della città!

NEL 2020, NANTES AVRÀ IL SUO PROFUMO

Il pubblico è invitato a votare il suo profumo preferito tra 3 proposte. La fragranza prediletta sarà in seguito commercializzata e il suo flacone affidato a dei designer nantesi. Prima di queste due ultime tappe, tre « nasi » venuti da Grasse, la capitale del profumo, saranno invitati a visitare Nantes. In seguito, ciascuno trascriverà i propri sentimenti in una composizione olfattiva raffinata. Per questo progetto inedito, il Voyage à Nantes collabora con dei grandi talenti della profumeria. L’anima della città tradotta in essenza: un’arte a tutti gli effetti!

LE COLLEZIONI DEL VAN

• LE INSEGNE

Dal 2014 il Voyage à Nantes propone ai commercianti di far reinterpretare le loro insegne dagli artisti. L’edizione 2020 del Voyage è l’occasione di lasciarsi sorprendere dalle nuove e inattese insegne artistiche. In totale, 32 opere permanenti e 13 opere stagionali.

• LE STANZE D’ARTISTA

Nell’edizione 2017, il Voyage à Nantes ha iniziato una collaborazione con gli hotel perché anche le notti siano creative e insolite!
Due estati più tardi, Nantes annovera 6 stanze d’artista situate negli hotel: Okko, Cambronne, Mercure Nantes Centre, Amiral, Océania hôtel de France e sulla peniche Le d’Ô. In giugno 2020, una settima camera completerà quest’atipica collezione.

• UNA COLLEZIONE IN MOVIMENTO: 22 E.BUSWAY INVESTITI DA ALTRETTANTI ARTISTI

22 nuovi e-Busway sono stati proposti ad altrettanti artisti come supporti mobili per accogliere delle opere uniche sulla parte alta di questo veicolo innovatore di 24 metri. Lungo la linea 4, l’insieme di questi « quadri » mobili forma un elogio al colore. La collezione riunisce degli artisti locali, nazionali o europei tra cui alcuni celebri nel mondo dell’arte contemporanea, come Claudia Comte, Lang & Baumann o Georges Meurant. Con questo nuovo progetto, realizzato dalla SEMITAN (Società dei trasporti pubblici e l’agglomerazione nantese) e il Voyage à Nantes, l’arte continua a sommergere la Città.

IL PERCORSO DEL VOYAGE NEI VIGNETI – NOVITÀ

Le Voyage dans le Vignoble, il circuito dell’enoturismo o « enoartistico » della terra dei vini nantesi amplia la sua offerta.

PARCO DE LA GARENNE – LEMOT (CLISSON)

• « LA FOLIE DES FOLIES » – CORNELIA KONRADS (LUGLIO 2019)
Ispirandosene o trasformando le sculture, l’artista tedesca crea delle storie eccentriche. All’entrata del parco, Ippomene e Atalanta giocano un’insolita partita, dando già l’idea del tipo di opere sparse.
Vi si trovano ad esempio: una panchina sradicata dal suolo, uno scompiglio di colonne, una danza magica di colonnati clissonesi.
L’insieme costituisce un mondo misterioso celato dietro questo Parco ricco di statue vocanti l’Antichità.

BELVEDERE DI CHÂTEAU THÉBAUD (SETTEMBRE 2020)

• IL PORTE-VUE
A strapiombo sulla valle del fiume La Maine, questo nuovo belvedere offre una vista panoramica inedita sulle vigne e sul sito ricreativo di Pont Caffino; situata a 30 metri di sbalzo. Per l’architetto Emmanuel Ritz, specialista d’installazioni in luoghi montagnosi, si tratta di evidenziare le dimensioni magiche e sensibili del paesaggio e, allo stesso tempo, di esibire un’audace architettura in contrasto con la discrezione dell’accesso. Una freccia si slancia sorprendentemente verso le rupi di granito situate dall’altra parte della valle, offrendo così una vertiginosa veduta di 360 gradi. Il Porte-Vue inscena paesaggi e osservatori, per coloro che ricercano il panorama e per gli osservatori, chi dall’alto e chi dal basso.

DA NANTES A VERTOU IN BICICLETTA

Un percorso praticabile di 10 km per raggiungere Vertou, la prima tappa del Voyage à Nantes dans le vignoble (vedi p.24). Il ciclista segue l’alzaia della Sèvre Nantaise, fiume un tempo marcato dall’industrializzazione, che trasportava le gabarre cariche di barili fino al porto di Nantes. A Vertou, si continua alla scoperta della sorprendente Chaussée des Moines. Costruita verso l’anno 1000 dai religiosi per contenere l’acqua, consentiva la  navigazione a monte sulla Sèvre. Oggi questo paesaggio permette di passare da una riva
all’altra, avendo l’impressione di scorrere sull’acqua. Il sito propone numerose attività: escursioni fluviali, ristoranti…

ALTRI EVENTI: LE MACHINES DE L’ÎLE 2020

A febbraio 2020, in occasione della riapertura annuale delle Machines de l’Île, la Galerie arricchisce il suo bestiario meccanico con una parata nuziale d’uccelli.
WWW.LESMACHINES-NANTES.FR

Le Voyage a Nantes

La promozione di Nantes è gestita dalla società pubblica locale “Le Voyage à Nantes” che, dal 2012 , promuove tutto l’anno un bellissimo percorso,  sensibile e poetico, di oltre 100 di tappe, che crescono in continuazione.

Per maggiori informazioni www.levoyageanantes.fr; it.france.fr

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

10 − 8 =