Mediatour Francia: nel 2020 si flirta con l’ambienteNel 2021 la Francia punta sulla ripresa del turismo e quindi propone 21 motivi per pianificare viaggi, slow tourism e attività in sicurezza: dalle location della serie Netflix di Lupin, al bicentenario di Flaubert, ai nuovi chef stellati e tanto altro.

La vicinanza con l’Italia e la frequenza dei collegamenti aerei e ferroviari rende la Francia una meta ideale per pianificare una vacanza in sicurezza. Attività all’aria aperta, slow tourism, arte di vivere, cultura, specialità enogastronomiche del territorio caratterizzano l’offerta turistica della Francia nel 2021.

21 MOTIVI PER ANDARE IN FRANCIA NEL 2021

1. SCOPERTE E RISCOPERTE A PARIGI

È sempre un piacere girare nella capitale e (ri)scoprire nuovi luoghi. Il Museo Carnavalet che riapre dopo i lavori , il grandioso Hôtel de la Marine di place de la Concorde (aprile 2021), e la Samaritaine, il famoso ex grande magazzino parigino, con l’Hôtel Cheval Blanc, firmato LVMH. it.parisinfo.com

2. NUOVE TORRI ALLA DÉFENSE

La Parigi del futuro è concentrata alla Défense, dove entro l’anno verranno inaugurate le Sisters Tours, due torri di 225 e 130 metri di altezza progettate dell’architetto Christian de Portzamparc. it.parisinfo.com

3. BORDEAUX E I SUOI VINI

Torna a Bordeaux la Biennale, Bordeaux fête le vin (17-20 giugno) quest’anno sul tema vino (in alternanza con il tema fiume).
Le due anime della città: i grandi vini e la Garonna, un’occasione per riscoprire il fascino della città storica e di Place de la Bourse, patrimonio Unesco. www.bordeaux-tourisme.com

4. A ETRETAT, A CASA DI MAURICE LEBLANC

A 80 anni dalla morte di Maurice Leblanc, autore di Arsenio Lupin, avvenuta nel 1941, un’idea è di andare a visitare la sua casa-museo a Etretat, guidati dallo stesso Leblanc e da Lupin… e poi continuare a vivere l’avventura con la nuova serie Netfix dedicata al ladro gentiluomo, protagonista Omar Sy. www.lehavre-etretat-tourisme.com

5. IN BORGOGNA, ALLA SCOPERTA DELL’ANIS DE FLAVIGNY

Visitare l’antica abbazia di Flavigny-sur-Ozerain, location del famoso film Chocolat: la cripta carolingia e gli edifici successivi dove si producono i celebri bon-bon all’anice. www.bourgogne-tourisme.com

6. L’ARCO DI TRIONFO COME NON L’AVETE MAI VISTO

Il sogno di Christo, il famoso artista scomparso nel 2020 si realizza postumo: imperdibile l’Arco di Trionfo di Parigi, “impacchettato” dal 18 settembre al 3 ottobre 2021. it.parisinfo.com

7. LE ISOLE LÉRINS, CANDIDATE A ENTRARE NEL PATRIMONIO UNESCO

Scoprire al Fort Royal dell’isola di Sainte Marguerite la cella del misterioso prigioniero chiamato “La Maschera di Ferro”, immergersi nella pace antica del Monastero di Saint Honorat (e tra i vigneti dei monaci…). Magari andando a Cannes durante i giorni del Festival del Cinema (11-22 maggio 2021). www.cannes-destination.fr

8. UNA FOTO AD ARLES

I Rencontres de la Photographie di Arles trasformeranno la città dal 5 luglio al 26 settembre 2021. Una buona occasione per scattarsi un selfie davanti allo spettacolare edificio  progettato da Franck Gerhy alla Fondazione Luma che verrà inaugurata a primavera. www.arlestourisme.com

9. UN VIAGGIO A NANTES

Dalla primavera a tutta l’estate, vivere l’ esperienza unica del Voyage a Nantes, la città totalmente trasformata dagli artisti, le installazioni lungo la Loira, le insegne dei negozi..magico! www.nantes-tourisme.com – www.levoyageanantes.fr

10. LE CORBUSIER E IL DESIGN A SAINT-ETIENNE

Saint-Etienne è una città speciale, votata al design e alla contemporaneità. Nel 2021 ospita da aprile ad agosto la Biennale del Design, occasione per andare a scoprire appena fuori dal centro, a Firminy, la “città ideale” di Le Corbusier.
www.saint-etienne-hors-cadre.fr

11. CARCASSONNE E I SEGRETI DEI TEMPLARI

A Carcassonne, splendida cittadella “reinventata” da Viollet-le-Duc, i misteri sono ovunque: qui si tenne il processo ai Templari inquisiti per eresia dal re di Francia Filippo Il Bello e papa Clemente V. Un’atmosfera intrigante.
www.tourisme-carcassonne.fr

12. COLMAR, IL BELLO DEI CONVENTI

A Colmar, città-gioiello d’Alsazia, il Museo Unterlinden nel convento medievale è una raccolta di tesori, a cominciare dal Polittico d’Issenheim. E nel 2021 aprirà un Centro europeo del libro in un altro antico convento, quello dei Domenicani.
www.tourisme-colmar.com

13. ATMOSFERE DI ROMANITÀ A NIMES

L’eredità romana di Arles è spettacolare: l’arena, la Tour Magne, la Maison Carrè, e il nuovo Museo della Romanità, edificio progettato da Elizabeth de Portzamparc. Dove da maggio a settembre c’è da vedere anche la grande mostra dedicata al culto dell’Imperatore. www.nimes-tourisme.com

14. LA COSTA AZZURRA È UN GRANDE GIARDINO

I giardini della Costa Azzurra sono sempre uno spettacolo. E più che mai durante il Festival dei Giardini: a Antibes Juan-lesPins, a Cannes, Grasse, Mentone, Nizza e nel Principato di Monaco da scoprire i “Giardini d’artista”, tema dell’edizione 2021, dal 27 marzo al 28 aprile. https://festivaldesjardins.departement06.fr/

15. NON SOLO MARE IN CORSICA

Le coste spettacolari sono la grande attrattiva dell’isola di Napoleone. Ma l’interno, fra montagne e villaggi antichi non è da meno. Una traversata a piedi lungo il percorso della GR20 (o in bicicletta, nella variante bike) o più comodamente sul trenino della Corsica, è una vera scoperta. www.visit-corsica.com

16. VIAGGIO NEL TEMPO NEI CASTELLI DELLA LOIRA

Com’erano i Castelli della Loira al tempo dei re? Lo si può scoprire con l’Histopad, un tablet che offre una nuova esperienza di visita virtuale. Per rivedere i castelli di Chambord, Blois, Loches, Amboise e Chinon come a tempi di Leonardo, Francesco I, Caterina de’Medici. www.valledellaloira-francia.it

17. 50 ANNI DALLA MORTE DI MADEMOISELLE CHANEL

50 anni fa, il 10 gennaio 1971 moriva Coco Chanel. Una grande mostra la ricorda a Parigi al Museo della Moda a Palais Galliera, fino al 14 marzo, e il prossimo 4 maggio nello scenario unico delle Carrières de Lumières, a Les Baux-de-Provence, sfilata esclusiva della collezione Chanel croisière. www.palaisgalliera.paris.fr – www.carrieres-lumieres.com

18. FAR WEST DI FRANCIA

Bella e selvaggia, la Pointe du Raz, scolpita dal mare, battuta dai venti, è la punta più occidentale di tutta la Francia: mare di smeraldo, una meravigliosa vista sull’Île de Sein e sul faro di Ar Men, uccelli marini e natura intatta (la zona è riserva della biosfera):  quintessenza della Bretagna. www.bretagna.com

19. MARSIGLIA E IL MUCEM, REALE O VIRTUALE?

Per cogliere l’anima mediterranea di Marsiglia, fra storia e innovazione, il MUCEM, Museo delle civiltà dell’Europa e del Mediterraneo di Rudy Ricciotti è il posto giusto. Prima con una visita virtuale a casa, grazie alla collaborazione con Google Arts & Culture, e poi andando a vedere le due mostre dell’anno: Civilisation fino al 28 giugno e Jeff Koons (5 /5- 18/10).
www.marseille-tourisme.com

20. UN’OTTIMA ANNATA

Il 2020 non è certo stata un’ottima annata: ma rivedere nel 2021, 15 anni dopo l’uscita, il bel film di Ridley Scott con Russell Crowe e Marion Cotillard, è un invito ad andare a (ri)scoprire il Luberon e villaggi da favola come Gordes, Lourmarin, Ménerbes..
Un’ottima idea! www.louberoncoeurdeprovence.com

21. TOUR DE FRANCE: UNA SCOPERTA TOTALE

Chiudiamo con le tante scoperte di un viaggio in Francia seguendo il mitico Tour. Partenza da Brest il 26 giugno e arrivo a Parigi tre settimane più tardi, tappe in Bretagna, attraversamento del Massiccio Centrale, le Alpi, il mitico Mont Ventoux e gran finale sui Pirenei. www.letour.fr

E INOLTRE… ALL’INSEGNA DEL TURISMO LENTO

HYERES E L’ARCIPELAGO DELLE ISOLE D’ORO

A Porquerolles, alla sede della Fondazione d’Arte contemporanea Carmignac, la cultura e l’arte si fondono con la natura. Infatti al museo si arriva solo a piedi o in bicicletta. Appena giunti in loco, tisana depurativa e ingresso solo a piedi scalzi. “Il mare immaginario” è il tema espositivo per questo 2021.

Hyeres_Fondazione Carmignac

L’OCCITANIA

Vasta regione estesa quanto il Belgio, l’Occitania racchiude in se la Camargue (la cittadina di Aigues-Mortes), l’esperienza della visita a un allevamento di tori o di una giornata nel parco del Pont du Gard.  E ancora, Montpellier e Toulouse

IL VAR TRA NATURA, MARE E ARTE DI VIVERE

Nel dipartimento del Var, sulle rive del Mediterraneo, con terre inondate di luce, la placida Provenza e la leggendaria Costa Azzurra si sono unite sotto il canto delle cicale.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

10 − sette =